TikTok indagata per l’uso di dati sensibili

Istituita task force europea per monitorare il trattamento dei dati

L’unione Europea, attraverso il Comitato per la protezione dei dati (Edpb) ha istituito una task force per indagare sul trattamento dei dati da parte della famosa app cinese, che, attraverso l’utilizzo del lip synch, permette agli utenti di creare brevi clip musicali di durata variabile e aggiungere vari effetti durante la riproduzione.

Già sotto accusa da diversi paesi da quando è stata lanciata, l’applicazione analizza gli interessi e le preferenze manifestate dagli utenti in modo tale da poter personalizzare singolarmente i contenuti ad essi proposti e indirizzare i dati sensibili che aumentano via via con l’uso, per poter sfruttarli non solo commercialmente.

Anche Clearview AI, un software statunitense – sviluppato principalmente per le forze dell’ordine – è sotto il mirino dell’Edpb per utilizzare una tecnologia in grado di abbinare volti a un database di oltre tre miliardi di immagini da Internet e soprattutto dalle piattaforme di interazione sociale.

fonti: Ansa.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *