Coronavirus seconda ondata in Corea

L’ammissione delle autorità sanitarie di Seoul in mattinata.

Risale a pochi minuti fa la dichiarazione del KCDC, il Centro coreano per il controllo e la prevenzione delle malattie.

La recrudescenza è imputabile a un giorno festivo di maggio scorso nella capitale Seoul. Dopo le forti restrizioni adottate a febbraio, la riduzione dell’incidenza aveva determinato la fine del distanziamento sociale a maggio.

Uno scorcio del popolare quartiere Myeong-dong (photo Reuters)

Il Direttore dl centro Il dott. Jeong Eun-kyeong ha dichiarato ” all’inizio credevamo che la seconda ondata sarebbe arrivata in autunno o in inverno ma la previsione si è rivelata errata“.

In particolare, la seconda ondata sembra essersi verificata a causa dell’alleggerimento delle restrizioni a maggio ed ha continuato “Fin quando le persone continueranno a stare a stretto contatto o in assembramenti, l’infezione continuerà a trasmettersi

Fonti: StraitsTimes-Singapore  Seoul(Reuters)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *