Pechino focolaio in espansione

In dieci giorni oltre 200 casi. Ma i test giornalieri dell’acido nucleico sono stati triplicati

Il focolaio sembra essere partito dall’area in cui c’è il più grande mercato a Pechino lo Xinfadi market. Sempre più forte l’ipotesi che l’infezione provenga dall’Europa.

Campioni per il test sull’acido nucleico nel distretto di Changping, Pechino,18 giugno 2020. I test nell’ultimo week end sono aumentati da centomila a più di duecentoquarantamila al giorno nella capitale cinese.
[Photo by Wu Xiaohui/ chinadaily.com.cn]

Di conseguenza, oltre 2 milioni e mezzo di persone nella trascorsa settimana si sono sottoposte al test dell’acido nucleico.

In particolare a Pechino sono stati installati 2.083 siti di campionamento in 474 punti diversi in tutta la città, con 7.472 medici che si dividono i turni per eseguire le prove.

Fonti: Chinadaily  ANSA-XINHUA 
immagine: Kevin Frayer, Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *