“Non posso respirare”, nuova vittima in Arizona

A due mesi di distanza video shock incastra poliziotti di Tucson

La brutalità della polizia americana è di nuovo ribaltata alle cronache. Carlos Ingram Lopez, ispanico di 27 anni, è morto durante l’arresto a Tucson, in Arizona., avvenuto due mesi fa.

Solo oggi spunta fuori un video, per altro diffuso dalla stessa polizia locale, in cui si vedono gli agenti inseguire l’uomo, ammanettarlo e tenerlo con la faccia a terra per 12 minuti mentre chiede dell’acqua e mormora “non posso respirare” prima di morire.

Il capo dimissionario della polizia di Tucson Chris Magnum

Gli agenti coinvolti nella morte di Lopez sono tre e hanno rassegnato le dimissioni, mentre il capo della polizia Chris Magnus ha offerto le sue dopo la diffusione del video.

Fonti: Ansa The New York Times CNN News
Immagini: TheUSPosts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *