Il premio satirico IgNobel ai leader mondiali negazionistici

Trump, Bolsonaro e Putin tra i “premiati” per la “gestione” della pandemia.

Motivazione stravagante e pungente. Fa ridere e fa pensare.

Quella alla base dell’assegnazione del premio IgNobel 2020 (categoria “Educazione medica“) è andato ai leader più potenti del pianeta.

Al presidente brasiliano Jair Bolsonaro, al premier britannico Boris Johnson, al capo di Stato indiano Narendra Modi, a quello Usa Donald Trump, al capo del Cremlino Vladimir Putin e al presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

Costoro, infatti, hanno una cosa in comune: aver negato la potenza del coronavirus e i suoi effetti, minimizzando e cambiando politica continuamente e portando i propri Paesi ad essere i più colpiti.

La motivazione: Aver usato la pandemia di Covid-19 per insegnare al mondo che i politici possono avere un effetto più immediato sulla vita e sulla morte di quello di scienziati e dottori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *