In Asia giocavano a pallone già 3000 anni fa.

Rinvenute tre sfere di cuoio nelle tombe del vecchio cimitero di Yanghai, nel nord-ovest della Cina. 

Circa tremila anni fa in Asia centrale i cavalieri si intrattenevano in partite con la palla.

Un’attività che giocava un ruolo fondamentale non solo per l’addestramento militare, ma anche per i legami sociali. 

Le testimonianze più antiche del gioco con palloni risalgono a circa 4.500 anni fa in Egitto, dove si usavano degli stracci di lino“.

Lo spiega Patrick Wertmann dell’Istituto di studi asiatici e orientali presso l’Università di Zurigo , che ha condotto le analisi sui reperti.

Giovani ragazze che giocano a pallone sotto forma di danza nell’antico Egitto.
(Hutchinsons History of the Nations, 1915. Robert Dudley

Finora si riteneva che in Europa e Asia il gioco fosse comparso molto più recentemente, in Grecia circa 2.500 anni fa e in Cina circa 300 anni dopo.

Le sfere rinvenute durante gli scavi e analizzate dall’Università di Zurigo, spostano di cinque secoli addietro la conoscenza e l’uso della palla come strumento di svago e allenamento.

Fonti: AGI Scientific American 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *